Telefono

+39 3295988306

E-mail

gianfrancesco.sonia@tiscali.it

Orari di apertura

Mar-Sab: 9-13 - 15-19:30

Il make-up da sposa, almeno sulla carta, è diverso dagli altri tipi di maquillage. Anche se è la nubenda a dettare legge sulla parte beauty, richiedendo quello che la fa sentire più a suo agio e più bella all’estetista, ci sono regole universali che normalmente accompagnano il trucco per il grande giorno.

Come detto, la sposa ha sempre e comunque libertà di azione, perciò se ci sono esigenze particolari, come un matrimonio a tema in cui serve un make-up particolare, o semplicemente la dolce donzella si è infatuata del beauty look di una star e lo vuole replicato esattamente su di lei, qualunque altro diktat decade.

Se invece la nubenda si affida alla sua make-up artist e si fida dei comandamenti aurei che ruotano attorno al trucco da sposa, il discorso cambia. Per andare all’altare o dinanzi al sindaco per scambiarsi gli anelli, bisognerebbe infatti assecondare la tendenza flawless, ossia il maquillage che c’è ma non si vede.

Make-up sposa, w la bellezza naturale

Il make-up da matrimonio esige infatti che venga esaltata la bellezza naturale della donna, andando a valorizzare in modo sobrio ed elegante i tratti somatici e non a coprire. Per farlo è ovviamente necessario che il truccatore faccia la sua magia tendendo conto dell’età della sposa: più giovane è e meno artifici saranno richiesti.

Una pelle matura avrà invece bisogno di un po’ di cura in più, scegliendo fondotinta e correttori col giusto grado di coprenza e dalla texture giusta (sì ai liquidi e no alle polveri, che tendono a marcare i segni del tempo). Ben trovati anche ai primer siliconici, da usare per dare un effetto riempitivo e attenuare le eventuali zampe di gallina.

Sì anche ai primer opacizzanti, qualora la pelle fosse mista o grassa e sì anche a quelli illuminanti per dare un po’ di tono all’epidermide spenta.

Il contouring per il grande giorno, sobrio ed elegante

Altro giro altra regola: sì al contouring purché impercettibile. Per valorizzare zigomi e nascondere un mento troppo pronunciato, ben venga all’uso di terra e illuminante per un gioco di luce e ombre che risalta il viso. Però attenzione a non esagerare, perché l’effetto maschera (leggi fra le righe “Kim Kardashian” e sorelle) è sempre dietro l’angolo.

Niente eccessi nel trucco sposa, ma sì ai cosmetici furbi

Parlando di colori, perfette le tinte pastello per il trucco occhi, qualora non si volesse puntare sul classico marrone e oro o avorio, mentre per le labbra va decisamente ricercato l’effetto nude, con rossetti e lip gloss che diano solo un accenno di colore senza essere invasivi.

Ciglia finte? Se non troppo marcate vanno benissimo, ma volendo evitare si può optare per del mascara volumizzante a lunga tenuta. Proprio a quest’ultimo proposito, per far durare il trucco a lungo, sì a cosmetici dai ritocchi facili e che non sbavano, così da essere sempre perfette per le foto di rito. Anche i selfie alla fine della serata con parenti, amiche e ovviamente marito.

L’importanza del make-up

Hai sicuramente dedicato tanto tempo per la scelta del tuo vestito da sposa, perciò fai attenzione a non rovinare l’effetto finale sottovalutando l’importanza del make-up. È davvero fondamentale che il trucco per il giorno delle nozze sia un tuo alleato: e quindi che resista per molte ore con solo pochi ritocchi, che scongiuri l’effetto lucido, dal momento che verrai fotografata moltissime volte, che rispecchi la tua personalità.

Per tutti questi motivi ti sconsigliamo di improvvisare: quel giorno non avrai certo tempo di struccarti e ricominciare daccapo nel caso in cui il risultato non fosse quello che avevi sperato! Vista la tensione che in ogni caso avrai prima della cerimonia è azzardato anche truccarsi da sole: affidarsi a un’estetista o a una truccatrice professionista è la scelta più sicura. Spesso le hair stylist che curano le acconciature da sposa offrono anche un servizio di make-up, in modo che trucco e parrucco siano perfettamente in sintonia. Una volta scelta la vostra truccatrice di fiducia potrete fare insieme almeno una prova trucco, per decidere i colori e i prodotti da usare, a seconda del vostro gusto e delle vostre esigenze.

Pelle in primo piano

La pelle sarà la protagonista. Nei 7- 3 giorni precedenti il matrimonio fate un’accurata pulizia del viso, questa operazione tuttavia non deve essere effettuata troppo a ridosso del giorno fatidico perché è necessario dare il tempo alla pelle di riposarsi dopo lo “stress” che il trattamento può causare. Per quanto riguarda l’abbronzatura si può scatenare un dibattito davvero senza fine: se da un lato il bon-ton del matrimonio vorrebbe una pelle non troppo scura, dall’altro una pelle troppo chiara rischia di fare tutt’uno con l’abito bianco e di risultare ancora più “sbattuta” in fotografia, a causa dei flash.

Cercate quindi di arrivare al grande giorno colorite, evitando però di sottoporvi a solarium nelle due settimane prima del sì. Il rischio è quello di evidenziare eventuali rughe, di alterare gli abbinamenti cromatici pelle-trucco e di essere troppo scure, creando un eccessivo contrasto con il vestito chiaro. Un prodotto nato “per le spose” e poi diventato famoso anche al grande pubblico è lo stick illuminante: una pennetta che serve appunto a dare luce ai punti strategici del volto, non potrà mancare nel vostro beauty per il grande giorno.

La scelta dei colori

Di norma il trucco della sposa non deve essere troppo vistoso: insomma non è questa l’occasione giusta per osare. Un make-up sobrio e raffinato sembra la scelta migliore, senza rinunciare a valorizzare molto gli occhi oppure la bocca. Le tonalità da utilizzare per gli ombretti vanno dallo champagne al rosa antico e prediligono comunque le tonalità neutre o che richiamino eventuali dettagli dell’abito. Sulle gote potete usare dei phard illuminanti o un blush rosato. Per le labbra sono consigliati i rosa e ancora le nuance naturali. Se anche normalmente non le disegnate, contornate le labbra con la matita perché dal momento che la bocca sarà “impegnatissima” tra sorrisi, brindisi e baci è importante definirla bene.

L’impressione finale del trucco deve essere di grande luminosità e radiosità, proprio come la sposa, perciò, a prescindere dal colore scelto per il trucco, rinunciate a prodotti quali eyeliner e rossetti mat che appesantiscono il volto, anche se abitualmente fanno parte del vostro stile.

Il kit di emergenza

La giornata della sposa è lunga e quindi è meglio munirsi di una trousse salvatrucco che contenga pochi prodotti ma adatti a far fronte a qualsiasi emergenza. Innanzitutto pensate alla pelle e portatevi delle salviette opacizzanti: tolgono l’effetto lucido all’incarnato e regalano un leggero film cipriato. Se avete optato per un trucco davvero naturale potete dargli nuovo vigore utilizzando un innovativo gel, dalla texture leggerissima, contiene microsfere illuminanti che donano subito freschezza e omogeneità alla pelle. Poi non dimenticate gli indispensabili: gloss o rossetto, per ritoccare le labbra, e rimmel, rigorosamente waterproof, a prova di lacrime di commozione!

Per l’acconciatura portatevi appresso un semplice pettine, delle forcine di riserva nel caso in cui qualche ciocca dell’acconciatura dovesse spostarsi e una lacca dal fissaggio morbido. Infine, augurandovi che non vi servano mai, mettete nel beauty anche una limetta da unghie, un paio di collant di riserva identici a quelli che indossate, un mini spazzolino per preservare il vostro sorriso e delle salviette rinfrescanti.